Ancora una volta, come ormai avviene da anni, oggi verso l’ora di pranzo, alcuni importanti siti d’informazione hanno annuciato un vaccino italiano contro l’AIDS efficace al 90%.Grande sorpresa generale, incredulità nel mondo scietifico, entusiasmo tra migliaia di persone sieropositive e i/le loro partner.Nel giro di un paio di ore i titoli cambiano, forse per l’intervento da parte di qualche autorevole ricercatore sui direttori dei giornali online, forse perché qualche gioralista si è reso conto di averla sparata grossa.Non c’è all’orizzonte alcun vaccino per l’AIDS, purtroppo, né tantomeno alcun vaccino italiano contro l’AIDS.Semplicemente si sono fatti dei passi avanti per l’uso di un altro farmaco basato sulla proteina TAT da utilizzare per ridurre la carica virale nelle persone sieropositive. Nulla quindi a che vedere con un vaccino che,come tutti sanno, serve per evitare l’infezione, non per curare le persone sieropositive.Ora capisco l’amor patrio e la ricerca di uno scoop a qualunque costo; ma un po’ di serietà e di professionalità inpiù quando si fa informazione sulla salute e sull’AIDS non guasterebbero.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi