UN APPELLO IN SOLIDARIETA’ A CINQUE OPERAI CONDANNATI PER AVER ESPRESSO IL LORO DOLORE DI FRONTE AL SUICIDIO DI COMPAGNI CHE ERANO RIMASTI SENZA LAVORO

OBBLIGO DI FEDELTÀ: PER LA LIBERTÀ DI PAROLA E L’EGUAGLIANZA DI FRONTE ALLA LEGGE Due anni fa lanciammo una mobilitazione contro il licenziamento di cinque operai cassintegrati della Fiat di Pomigliano “colpevoli” di aver espresso il dolore e la rabbia per il suicidio...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi