Al ritorno dalla manifestazione di Roma ho viaggiato nella carrozza cinema dove hanno proiettato: “Mercante di pietre” un film incredibile per il quale  gli islamici sono tutti potenziali terroristi, un film già stroncato da tutti i critici: : “Non è soltanto inattendibile, enfatico e grossolano come una pessima fiction TV, ma anche in malafede .”(Morando Morandini). E pensare che vogliono accreditarsi come un’azienda moderna e culturalmente aperta. Chi sceglie i film ? Se questa dovesse essere confermata come la linea culturale ci toccherà lanciare una campagna di boicottaggio di ITALOTRENO.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi