Domani mattina alle 10, dopo dodici anni, le vittime della scuola Diaz potranno rientrare, per la prima volta, nella scuola dove sono state massacrate. Un ennesimo atto di denuncia, ma anche un tentativo di rielaborazione collettiva da parte di chi fu oggetto di una violenza inaudita da parte di rappresentanti dello Stato.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi