L’alternativa era chiara: da un lato il difensore e il garante della Costituzione, dall’altra chi nel corso di questi ultimi anni l’ha più volte stracciata, ignorata e violentata: il PD ha scelto la seconda ipotesi. Ha scelto colui che ha imposto all’Italia un Presidente del Consiglio  senza alcun mandato popolare. Napolitano è il garante degli interessi della BCE e dei poteri finanziari. Ci aspetta un altro governo PD, PDL e Monti con un’ulteriore macelleria sociale.

Da questo disastro emerge con sempre maggior forza la necessità di costruire una sinistra antiliberista ampia, unita e capace di superare le proprie tragiche divisioni. Questo deve essere il nostro primo obiettivo, con umiltà e tenacia. Non possiamo rassegnarci al fatto che l’unica opposizione sia quella grillina. Certo, meglio il M5S che il vuoto, ma c’è un disperato bisogno di un’opposizione che sappia coniugare la difesa della democrazia e della Costituzione con la drammatica condizione sociale vissuta da milioni di persone

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi