Di fronte all’assalto razzista ai Rom a Torino non basta condannare e nemmeno solo arrestare i colpevoli.Se il razzismo dilaga ci sono precise responsabilità politiche e non da oggi: va detto chiaramente che i mandanti politici dei potenziali assassini di Torino sono i dirigenti della Lega, per quello che dicono da anni e per quello che non hanno detto in questa occasione.

Ho ascoltato al Tg Piemonte le varie dichiarazione delle autorità civili e religiose di condanna di quanto è accaduto, ma quando avranno il coraggio di indicare le responsabilità politiche di chi semina odio da vent’anni?

Ci domandiamo perchè mai nella testa di una ragazzina alla ricerca di qualcuno da accusare i primi che le vengono in mente sono degli stranieri, dei Rom? Questo è il frutto di una cultura sparsa a piene mani da Bossi, Borghezio e compagnia, una cultura che oggi è diventata senso comune per gran parte della popolazione italiana.

Sul piano civile questi soggetti avrebbero dovuto da tempo essere sotto processo per razzismo e sul piano religioso scomunicati dalla Chiesa.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi