In questi giorni stiamo assistendo ad un esplicito tentativo di riabilitare il fascismo come se fosse una qualuque teoria politica e non un’ideologia che ha prodotto una dittatura, una guerra e che ha cancellato le libertà democratiche e i diritti civili. Le gravi affermazioni di Berlusconi non sono isolate; infatti dal 22 maggio il quotidiano Libero offre allegati al quotidiano i dvd coi discorsi del Duce. Ritengo che una simile scelta sia in contrasto con la Costituzione e che possa essere contestato il reato di apologia di fascismo previsto esplicitamente nel nostro codice penale. Se diffondere e reclamizzare i discorsi del Duce non fosse riconosciuto come apologia di fascismo, non capisco quale altra azione possa incarnare tale reato, che non mi risulta essere stato cancellato. Lancio un appello alle organizzazioni antifasciste e in particolare all’ANPI per valutare insieme la possibiltà di una denuncia collettiva contro Libero.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi