Prendiamo atto della decisione del TAR di riammettere la lista Formigoni. Ma il TAR non ha risolto la questione principale e cioè se le firme della lista Formigoni sono regolari ed in numero sufficiente oppure no. Il TAR si è limitato a contestare il diritto della Corte d’Appello di ricontrollare le firme dopo l’esposto dei Radicali. Secondo il TAR il riconteggio delle firme sarà possibile solo dopo le elezioni; con la contraddizione che in tal modo, qualora le firme risultassero irregolari o insufficienti le elezioni verrebbero annullate. Noi crediamo invece che la regolarità delle firme vada verificata subito, immediatamente, ora, prima del voto. Votare ora e scoprire tra due mesi che la lista Formigoni non aveva le carte in regola per presentarsi e che quindi le elezioni dovrebbero essere ripetute, sarebbe una presa in giro degli elettori oltre che un’inutile dispendio di risorse pubbliche. Per questo useremo gli strumenti che la legge ci mette a disposizione e chiederemo al Consiglio di Stato un pronunciamento veloce e definitivo sulla regolarità e sul numero delle firme della lista Formigoni. Al Consiglio di Stato chiederemo anche di sollevare la questione dell’incostituzionalità del decreto approvato l’altra notte.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi