“Continuano ad emergere nuove varianti….. Nonostante i progressi nella vaccinazione mondiale non siamo dove dovremmo essere….”Con queste parole Antony Blinken segretario di Stato USA ha convocato urgentemente per oggi una riunione dei ministri degli esteri sul tema della pandemia, in preparazione dell’incontro dell’Organizzazione Mondiale del Commercio che si svolgerà dal 30 novembre al 3 dicembre e che dovrà affrontare la proposta di moratoria temporanea sui brevetti per i vaccini avanzata da India e Sudafrica e sostenuta da oltre cento Paesi. Proposta che ha il sostegno di Usa, Cina e Russia ma non dell’Unione Europea, della Gran Bretagna e della Svizzera.Il riserbo attorno alle proposte che l’amministrazione Biden avanzerà è totale, ma è evidente il tentativo degli Usa di utilizzare la vicenda brevetti per riconfermare la propria leadership globale di fronte alla concorrenza cinese, giungere ad un compromesso che li presenti al mondo come il Paese che ha a cuore il destino dell’umanità intera, recuperando allo stesso tempo credibilità interna.Non solo; Biden sarebbe profondamente preoccupato che lo scontro sui brevetti possa paralizzare i lavori dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, proprio mentre sarebbe intenzionato a rilanciare il TTIP, l’accordo transoceanico di libero commercio. Comunque sia, l’Europa appare isolata nella strenua difesa degli interessi di Big Pharma e la proposta americana potrebbe aiutarla ad uscire dall’angolo nel quale si è cacciata. Ma per ora il patto tra la Germania da un lato, sostenuta dall’Italia e dalla Francia, e dall’altro Pfizer e BioNTech, il suo partner tedesco, detta ancora la line all’Unione Europea, nonostante cresca il dissenso di alcuni Paesi tra i quali la Spagna. Nel frattempo, in vista della riunione dell’ Organizzazione mondiale del commercio crescono in tutto il mondo le mobilitazioni coordinate in Europa dalla campagna “Nessun profitto sulla pandemia. Diritto alla cura”

Al link il comunicato stampa della segreteria di stato USA:

https://www.state.gov/announcement-of-the-covid-19-ministerial/

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi