Infatti attacca la Francia ma dimentica le responsabilità italiane in Africa. E non parlo solo di quelle storiche, il colonialismo italiano non è stato un pranzo di gala come vogliono farci credere, ma anche di quelle attuali; tre semplici esempi: la Salini Impregilo, azienda italiana, sta costruendo la più grande diga africana in Etiopia mettendo a rischio la sopravvivenza e spingendo a emigrare fino a 400.000 persone; aziende italiane hanno comprato 1.200.000 ettari di terra in Africa distruggendo le culture locali; i partiti italiani hanno votato a favore degli EPA, gli Accordi di Partenariato Economico, che hanno distrutto gran parte dell’agricoltura africana. Il governo italiano tace su tutto questo ed è invece pienamente corresponsabile dei tanti africani obbligati a migrare. Se concordate, fate girare. Grazie

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per offrirti un migliore servizio. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi